Articoli

Testo di Gualtiero Spotti

Foto cortesia del Ristorante Derby Grill 

Quando si dice un luogo che mantiene intatta nel tempo la grande tradizione dell’ospitalità alberghiera. È questo l’Hotel De la Ville a Monza, posizionato di fronte alla Vila Reale e giunto ai giorni nostri con la quarta generazione di proprietari, la famiglia Nardi, che custodisce intatta dal 1958 la passione e la determinazione nel voler mantenere lo spirito di accoglienza del luogo.

Fabio Silva

Con l’aspetto maestoso della residenza privata dal lusso antico e un po’ aristocratico, ma anche la necessità di guardare alle esigenze del viaggiatore contemporaneo e alle novità dell’hotellerie moderna. Non è certo un caso che, dopo l’affiliazione alla catena degli Small Leading Hotels, l’albergo si sia messo sotto l’ala protettrice di Alain Ducasse e della guida più smart dei Les Collectionneurs, che ormai vanta numerosi indirizzi anche in Italia. Va da se, quindi, che anche la cucina qui riveste un ruolo tutt’altro che marginale, e a guidare lo storico Derby Grill, il ristorante del De La Ville, c’è da otto anni a questa parte un quarantenne napoletano, Fabio Silva, che ha il background ideale e il pizzico di intraprendenza giusta per accontentare una tipologia di clientela piuttosto variegata.

La sala del ristorante

Giustamente integrato nella tradizione gastronomica lombarda, spesso il cuoco cerca commistioni con il suo territorio di origine (i Ravioli sono in farcia di broccoli e vongole veraci, con salsa di mandorle e colatura di alici) e interpreta la cucina con una certa audacia, soprattutto nel percorso creativo più personale che viene rappresentato in un menu degustazione di sei portate. E tra queste spiccano le Linguine Felicetti in salsa di gallinella speziata e lime, e le Ostriche con purea di ananas arrostito e cipolla ramata di Montoro. Fabio Silva è creativo ma sempre con giudizio, è rispettoso delle stagioni e curioso il giusto nell’andare a cogliere quei prodotti un po’ speciali che permettono di reinterpretare un piatto o vanno semplicemente a conferire una nota espressiva decisamente marcata.

Aperitivo

Come accade per i fagioli di risina di Spello, per le patate di Oreno o per il gel all’amaro Braulio che caratterizza il Cervo crudo e cotto con mela cotogna e mirtilli. Poi gli immancabili nostalgici e i tradizionalisti della cucina che frequentano da anni le sale del De La Ville sanno che non qui mancheranno mai quei classici regionali come il Risotto con la luganega e la Costoletta alla milanese, e perfino la monumentale Chateaubriand o l’Entrecote. Lo scorso anno l’albergo ha celebrato in grande stile con un evento serale ad inviti i 60 anni della gestione Nardi ma è stata anche l’occasione, nel mese di settembre, per inaugurare la nuova, luminosa, veranda esterna, oggi estensione della sala del Derby Grill e fruibile tutto l’anno. Uno spazio che è collegato al bar e alla library, dove sostare per un aperitivo o per uno snack informale, anche se il momento più bello per scoprire la nuova veranda è forse quello della giornata di domenica, quando viene allestito un elegante brunch, dalle 12 alle 15, che attira clienti ben oltre i confini della provincia monzese.

La famiglia Nardi

Derby Grill de L’Hotel De La Ville

Viale Cesare Battisti, 1

Monza (MB)

Tel: +39 039 39421

www.derbygrill.it