Testo di Redazione Cook_inc.

Foto di Ufficio Stampa Pizza Food Festival

A Sortino tra pizza e pizzolo

Pizza del futuro? Se c’è davvero lo scopriremo a Sortino, nei Monti Iblei, l’ultima domenica di settembre con il Pizza! Food Festival.

Una bella sfida questa voluta dai creatori di Fuoco! Food Festival che, con il Comune di Sortino, hanno organizzato il Pizza! Food Festival il 30 settembre in concomitanza alla tradizionale sagra del miele.

Non è una scelta casuale quella di Sortino perché in questa cittadina barocca di 8500 abitanti in provincia di Siracusa si fa una particolare pizza farcita nata sul territorio che ha conquistato le pizzerie della Sicilia orientale: il pizzolo. Stiamo parlando di una pizza tonda (o due pizze una sull’altra) di circa 20 cm di diametro, superficialmente condita con olio, origano, pepe, parmigiano e sale (a mo’ di focaccia) e farcita con vari ingredienti, salati (in tal caso il ripieno sarà a base di carne, verdure, formaggi o salumi) o dolci (con ripieno di crema al pistacchiocrema cioccolatoricotta e miele). Tipicamente sortinese è la focaccia (o in sortinese nfigghiulata) ripiena di fichi e nipitedda (Satureja calamintha).

La manifestazione sarà quindi l’occasione per valorizzarlo e fare un confronto con le altre realtà italiane rappresentate da pizzaioli, chef, pasticcieri, gelatai e artigiani che avranno la missione di realizzare pizze innovative, di sperimentare e improvvisare.

Tanti i nomi famosi tra i protagonisti del Pizza! Food Festival che lavoreranno solo con i prodotti del territorio: Gabriele Bonci (Pizzarium di Roma), Luca Pezzetta (Osteria di Birra del Borgo di Roma), Massimiliano Prete (Sesto Gusto di Torino), Friedi Schmuck (Piano B di Siracusa), Marco Locatelli (Rise Bistrot di Vimercate), Diego Vitagliano (Pizzeria 10 Diego Vitagliano, Napoli) Ivan Gorlani (ERA Pizza di Monza), Bernardo Garofalo (Montecarlo di Siracusa). E ancora il gelataio Simone de Feo del Capolinea di Reggio Emilia, lo chef Bonetta Dell’Oglio, il produttore Giuseppe Grasso, i pasticcieri Jean Marc Vezzoli (Longoni di Carate Brianza) e Franco Manuele (Nuova Dolceria di Ferla), Mirco della Vecchia esperto di cioccolato ed altri ancora.

L’evento si svolgerà il 30 settembre nella piazza dei Cappuccini e nel chiostro del Convento. La giornata partirà alle 10.30 con una serie di conversazioni dedicate ad addetti ai lavori e appassionati per raccontare il viaggio dal chicco di grano alla pizza.

Questi gli interventi:

  • Marco Riggi: come dare più valore ai grani antichi
  • Filippo Drago: i grani antichi e l’importanza della molitura
  • Bonetta Dell’oglio e Giuseppe Grasso: la rivoluzione in un chicco
  • Pippo Li Rosi: l’importanza della biodiversità
  • Massimiliano Prete: il lievito madre nel mondo della pizza
  • “Cambiare la pizza”. tavola rotonda coordinata da Tania Mauri con tutti i pizzaioli

Alle 12 si prosegue con la presentazione del pizzolo alla stampa specializzata e ai pizzaioli ospiti per poi proseguire con la degustazione delle pizze fino a esaurimenti scorte!

Il biglietto per la degustazione costa 10 euro e parte dell’incasso verrà devoluto in beneficienza.

I PARTNER L’evento è organizzato in collaborazione con Joyful, il vino mosso nato per gli abbinamenti con la pizza, con Ferrarelle, acqua minerale che da sempre fa un grande lavoro nel mondo della pizza, e con Molini Riggi, specializzato in grani antichi. Tutto il supporto tecnico è garantito dall’azienda Gerratana. Partner per prodotti e attrezzatura: il Comune di Portopalo, Valentino Catering, AllevaBio, Birrificio Alveria, Pantalica Ranch, La Tonda, Caseificio Mongibella, Il Chiaramontano, Salemi Pina. Media Partner: Identità Golose.

Per informazioni: www.fuocofoodfestival.it